7

Genetica "polled"

I bovini con le corna causano significative perdite economiche all’allevamento: questo a causa dei traumi provocati nei conflitti gerarchici, nella movimentazione e negli stabilimenti di macellazione. Non bisogna inoltre dimenticare il maggior rischio di lesioni a carico degli operatori.

Per queste ragioni gli allevatori si stanno orientando sempre di più all’allevamento di bovini privi di corna. Questo orientamento è particolarmente forte in quegli allevatori che allevano il loro bestiame libero al pascolo o in stalle a stabulazione libera.

Questo significa che l’allevatore di bovini di razze che geneticamente presentano corna, sono obbligati a sottoporre più o meno precocemente i loro bovini ad un trattamento di decornatura.

In caso di compravendita di animali da vita, bovini con corna integre possono essere penalizzati rispetto ad animali decornati o persino trovare difficoltà nell’essere venduti.

È opportuno sottolineare che la decornatura tramite cauterizzazione dell'abbozzo cornuale (che può essere eseguita dall’allevatore) è ammessa solo al di sotto delle tre settimane di vita, come indicato nelle più recenti note riguardo il benessere animale, mentre il taglio delle corna sugli adulti potrà essere effettuato solo in caso di necessità, ed essendo un’operazione chirurgica a tutti gli effetti, potrà venire effettuata esclusivamente sotto diretta sorveglianza di un veterinario che provvederà al trattamento anestetico.

Un' opportunità per risolvere il problema arriva dalla genetica infatti, come successo nei secoli scorsi per alcune razze da carne come la hereford, anche per le razze da latte a maggior diffusione si sta cominciando a selezionare riproduttori che producano una progenie priva di corna, in inglese “polled”.

Allevare bovini acorni genetici (polled) ha diversi vantaggi rispetto a decornare i bovini. Non dovendo decornare i bovini incorriamo in minori costi e rischi:

  • Per il lavoro associato alla bruciatura o al taglio delle corna (incluso acquisto di strumenti e spese veterinarie);
  • Per le infezioni locali anche trasmesse dalle mosche;
  • Per la riduzione della crescita dei vitelli o della produzione di latte per le bovine adulte nel periodo successivo alla decornatura.

In breve in questo articolo si illustreranno le basi genetiche relative alla presenza di corna nei bovini e le novità emergenti.

3

I geni coinvolti

Risultato degli accoppiamenti